Diodato dalla Guerra di Parole a Saremo 2020

Il titolo è pretenzioso, lo sappiamo. Solo per dire che siamo felici di aver avuto Diodato, vincitore del Festival di Sanremo 2020, come giudice della #GuerradiParole 2019

Dici che torneremo a guardare il cielo
Alzeremo la testa dai cellulari
Fino a che gli occhi riusciranno a guardare

Diodato è salito sul palco dell’ottagono del carcere di San Vittore di Milano e ha intonato le parole di “Adesso”. Senza la base, senza le luci dello spettacolo, con un’acustica pessima. Eppure… Magia! Guarda qui.

Era il 23 novembre scorso ed eravamo nel Carcere di San Vittore per la Guerra di Parole 2019, la gara di retorica e rap tra studenti universitari e detenuti. Il vincitore di #Sanremo2020 era uno dei giudici. Noi di PerLaRe ringraziamo anche gli altri giudici dell’edizione 2019: Alessandra Carli, giornalista del Tg3; Valeria della Valle, linguista; Maupal, streeet artist; Fabio Novelli, Solvey Italy Communication. Un grazie speciale va a Mauro Caruccio, Amministratore delegato di Toyota Motor Italia, presente anche come partner dell’iniziativa per il terzo anno consecutivo.

Ci vediamo tra poco, a marzo 2020, con la #GuerradiParole che mette in competizione gli studenti dell’Istituto tecnico commerciale Einstein-Bachelet di Roma contro gli avvocati penalisti dell’Unione Camere Penali. Chi vincerà? Quali saranno i giudici? Ci sarà tra loro il vincitore di Sanremo 2021? Lo scopriremo.