15 Mar - 15 Mar 2018
L’algoritmo che gestisce la nostra vita: un bene o un male?
L’algoritmo che gestisce la nostra vita: un bene o un male?
Hai qualche dubbio o domanda? Contattaci

Dopo un periodo di amore incondizionato per i nuovi strumenti digitali, ora siamo ad un bivio: il web che si prende sempre più cura della nostra vita, è un bene o un male?
È vero che l’uomo e’ per sua natura opaco, inaffidabile e propenso all’errore. Ma gli algoritmi – che non sbagliano mai, non vengono distratti dalle emozioni e sono “trasparenti” per costruzione – sono sempre in grado di spiegare il criterio con cui hanno deciso?

L’algoritmo diventa quindi l’imputato di questo “processo”.
L’algoritmo è un amico fedele, ma può essere invadente.
L’algoritmo ti fa trovare quello che cerchi, ma sa anche cosa ti piace, dove vai, cosa fai e con chi.
L’algoritmo pensa sempre a te, ma non può dimenticarti.
L’algoritmo ti difende dall’orda delle informazioni, ma sceglie lui al tuo posto.
L’algoritmo non ha emozioni e non sbaglia mai, ma non cambia idea.
L’algoritmo è sempre al tuo fianco. E questo è bene. Ed è anche male.

L’algoritmo e’ dunque innocente o colpevole?

Intervengono

Andrea Granelli, fondatore Kanso Srl e vice-presidente associazione PerLaRe
Marco Muzzarelli, direttore ENGIM Piemonte Artigianelli Torino

 

 

Contattaci

    Potrebbe interessarti anche...

    Eventi
    17 Ott
    11:30 - 13:30

    Italiani mostri o eroi?

    • Luogo: Su Facebook
    • Scadenza: 17 Ott 2020
    Eventi
    23 Set
    13:00 - 14:00

    Tuoni nella notte, emozioni e motivazione

    • Luogo: Online
    • Scadenza: 23 Set 2021
    Eventi
    07 Ott
    21:00 -

    Associazione Per La Retorica presenta “A voce alta” al Monk

    • Luogo: Monk di Roma in via Giuseppe Mirri 35
    • Scadenza: 07 Ott 2018