pubblicato il 6 Giugno 2016 - scritto da Flavia Trupia

Le regole di Umberto Eco per parlare e scrivere bbbene

Umberto Eco retorica

Sono quaranta. Ne riportiamo alcune.
10. Le parole straniere non fanno affatto bon ton.
11. Sii avaro di citazioni. Diceva giustamente Emerson: “Odio le citazioni. Dimmi solo quello che sai tu.
28. Neppure i peggiori fans dei barbarismi pluralizzano i termini stranieri.
22. Non usare metafore incongruenti anche se ti paiono “cantare”: sono come un cigno che deraglia.
Leggi l’articolo di Huffington