Domanda retorica

È una finta domanda perché non corrisponde a una vera e propria esigenza di sapere qualcosa che non si conosce.
Esempio:
“Chi è Dio tranne il Signore?”
(Salmi 18,32)
Non credo che nessuno possa pensare che la risposta sia Budda.

Aggiungo la definizione elaborata da Giorgio Matza.

Figura retorica che consiste in una frase interrogativa, diretta o indiretta, particolare, in quanto non presuppone una reale mancanza di informazione, ma, per mezzo di essa, si richie­de un assenso o un diniego o comunque una risposta già implicita e dunque l’esclusione delle discordanti. In altri termini l’emittente del messaggio esprime un giu­dizio, sebbene in maniera velata, senza assumersene la responsabilità e senza imporlo al ricevente. Comunque, sforzandosi di coinvolgerlo nel discorso, cerca di modificarne l’atteggiamento, di orientarlo nella direzione voluta e di ottenerne l’adesione, il consenso.