pubblicato il 28 Febbraio 2018 - scritto da Flavia Trupia

Enallage

Dal greco enallagé che significa “inversione”. Consiste nello scambio di una parte del discorso con un’altra. Per esempio, si ha un’enallage quando si sostituisce il passato remoto con il presente narrativo oppure un avverbio con un aggettivo.

Esempi:

“E cominciommi a dir soave e piana” (Dante), al posto di soavemente e pianamente.

Nella pubblicità: “Ti piace vincere facile” al posto di facilmente.

Nel linguaggio comune: “Te lo dico domani” al posto di te lo dirò.