pubblicato il 5 Maggio 2015 - scritto da dev

Zeugma

Figura per sottrazione. Produce un’incongruenza di senso o di forma, eliminando una parola necessaria alla costruzione. Un esempio: “parlar e lagrimar vedrai insieme” (Dante, Divina Commedia, I, XXXIII, 9) che sostituisce il banale «sentirai parlar e vedrai lagrimar insieme».